google-site-verification=FPFJMnXdN8v0lGawum9lXWPIpmcZ5u2fjBPs8IWeTWI

Ashes of Creation: Breve Introduzione -

Mag
26

Ashes of Creation: Breve Introduzione

Nelle scorse riunioni, e su ts durante le ultime settimane, abbiamo parlato di  un nuovo titolo che da un pò è al centro delle attenzioni di molti e quasi ogni giorno ha news dedicate sui vari portali di mmo. Sicuramente alcuni di voi lo conoscono già. Si tratta di Ashes of Creation.

Di seguito il sito Internet: https://www.ashesofcreation.com/

Cercherò in breve di parlarvene e magari farvi appassionare. Il gioco ha delle basi molto interessanti, e sicuramente andrà quantomeno seguito!

Un mondo in costante evoluzione

Partiamo dal presupposto che le notizie sul gioco hanno nuovi dettagli di settimana in settimana, e mi limiterò a fare un accenno generale delle features. Nei prossimi articoli avremo modo di entrare più nello specifico di determinati contenuti.

Quello che d’ora in poi chiameremo AoC (e a Benas parte la nostalgia di Age of Conan), è un mmo Sandbox-Open World. Ergo, tutto il mondo di gioco è esplorabile; e non dovrebbero esserci zone instanziate (forse solo i Dungeon?). Possiamo andare dove vogliamo senza lunghi caricamenti. Sandbox perchè i giocatori avranno modo di creare e gestire la maggior parte dei meccanismi interni. E qui iniziamo ad entrare nel vivo dell’mmo.

AoC avrà città con NPC, ma i giocatori dovranno unirsi in community o gruppi come preferite, e conquistare dei nodi per il mondo di gioco. Black Desert la vendetta? Non esattamente.

Il nodo è “solo” un punto sulla mappa che ci permette di avere potere su un terreno circostante. Una volta preso possesso del nodo, craftando, gatherando, ed uccidendo i mob nell’area, aumenteremo i punti exp del nodo. Questo ha vari livelli di evoluzione, e partiremo dal livello 1 in cui saremo dei poveracci con quattro tende; man mano che si avanza coi livelli il nostro nodo diventerà un avamposto, una cittadella fortificata, fino a diventare una vera e propria capitale.

Ecco cosa significa Sandbox. La gestione delle città, e come vedremo, del commercio e delle politiche fra i giocatori, saranno gestite dai giocatori stessi. E questo, da quanto ho potuto leggere, influenzerà anche gli NPC!

Infatti, conquistato il nodo, molti NPC decideranno di vivere nella nostra futura città. Saranno città abitate da giocatori ed NPC.

“man mano che si avanza coi livelli il nostro nodo diventerà un avamposto, una cittadella fortificata, fino a diventare una vera e propria capitale”

Tornando al titolo del paragrafo! Siete già in hype? Perchè siamo solo agli inizi.

Oltre le semplici quest il gioco presenterà degli Eventi di varia scala, in cui parteciperanno uno o più giocatori. Ricorda un pò il sistema di Guild Wars 2, ma a mio parere migliorato. Ci sarà una concatenazione degli eventi come nel titolo di Arenanet, quindi se uccidiamo i centauri poi andremo ad attaccare il loro avamposto ed uccidere il loro boss, ecc.

La differenza è che gli eventi di AoC non sono fissi e determinati da schemi prefissati che si ripetono a ruota, ma seguono una logica più variegata, su cui ancora ammetto devo approfondire meglio. Quando conquistiamo il nodo e la nostra città cresce, sempre più mostri o banditi cercheranno di ucciderne i cittadini o distruggerne le strutture. Quindi i giocatori non dovranno solo tagliare la legna e craftare il carretto dei cavalli, ma avere un costante controllo del territorio. Più la città cresce, più le entità che la minacciano saranno potenti e numerose.

Vi saranno poi degli eventi su larga scala, che coinvolgeranno intere regioni, il che vorrà dire alleanze fra giocatori di vari nodi/città. L’esempio che è stato fatto dagli sviluppatori del gioco è quello di un drago che si risveglia nel vulcano di una regione. Questi boss leggendari sono capaci di ditruggere anche le città più fortificate, il che costringerà i giocatori ad unirsi per evitare di vedere l’intera regione spazzata via dal mostro in questione. Non si limita infatti a distruggere la città più vicina, ma agirà come una vera e propria calamità naturale. Non si ferma finchè non viene ucciso!

Per quanto concerne le quest invece, come in molti giochi saranno: singole, di gruppo e concatenate. Ma le scelte che faremo, avranno conseguenze su piccola e larga scala. Tornando all’esempio dei centauri, se ci capita la quest di uccidere un giovane leader del gruppo dei centauri, e ci riufitiamo di farlo; un giorno questo potrebbe rivoltarsi contro il nostro nodo col suo esercito (specifico che questo è un esempio mio, tuttavia collegato a quanto detto sui loro articoli. Anche qui darò maggiori info quando usciranno).

Ci saranno i dungeon, e la IA dei mostri sarà alquanto avanzata, i dev promettono combattimenti impegnativi, e costanti sfide.

“Le scelte che faremo, avranno conseguenze su piccola e larga scala”

Gestione, Politica, ma sopratutto … PvP!

Nodi, dungeon difficili, crafting, eventi, tutto bello per carità. Ma a me interessa solo picchiare!

AoC come dicevamo è un Sandobx, in cui conquistiamo territori, ampliamo i nostri domini, fortificando castelli e città, abitati da giocatori ed NPC. Il passo successivo è la politica fra le community di giocatori. Sarà possibile infatti combattersi nel mondo Open-World, anche fra livellini ed assediare le città degli avversari. Specifico fin da subito per i deboli di cuore, che ci sarà un opzione per evitare di essere attaccati e continuare le proprie quest, raccogliendo fiorellini e petali di rose.

Ergo diventa un open-world-pvp.

I Devs hanno accennato ad un vero e proprio sistema di siege (assedio), con fisica attiva e vari meccanismi che non sono stati ancora presentati. In realtà un assaggio rudimentale ma di grande effetto lo trovate in qualche video sul canale youtube del gioco. In cui si vedono già trabucchi lanciare dardi infuocati e distruggere torri e case. Inutile dire che anche gli NPC saranno coinvolti nella difesa e nella distruzione di una città.

Il PvP e la politica del gioco saranno completamente in mano ai giocatori, che decideranno se unirsi e formare imperi o regni, che potranno poi avere vari obiettivi, se quello di conquistare altri regni o semplicemente commerciare; oppure semplicemente dividersi in mille mila fazioni e combattersi. Bè in ogni caso ci sarà da combattere. La formazione di alleanze, gestite da giocatori, mi ricorda molto i vecchi tempi di Guild Wars 2 con Forum e TS dedicati alle battaglie PvP per la propria causa; immaginare queste cose su un mmo con queste caratteristiche è già fantastico. I dettagli sono ancora pochi, però credo abbiate capito l’enorme potenziale che c’è dietro a tutto questo!

Per quanto riguarda l’economia, il crafting ed il gathering avranno grande importanza come già detto, ma non ci si limita a questo. Sarà necessario difendere i propri nodi di raccolta delle risorse, sia da giocatori che dagli eventi di cui parlavamo prima. E sarà inoltre necessario difendere le carovane che trasporteranno i suddetti materiali. Poichè non solo dovremo protarli in città per raffinarli o semplicemente immagazzinarli; ma per rivenderli in mercati di altre città dovremo formare dei gruppi di trasporto, difendendo la carovana da eventuali nemici. Anche qui abbiamo un grosso esempio di cosa voglia dire Sandbox. Dimenticavo di specificare che le carovane creano un’area di PvP attivo attorno ad esse, quindi non ci sono trucchi per evitare eventuali malintenzionati.

Conclusioni: non farti mangiare dall’Hype

Concludendo, AoC è un gioco PvP su larga scala con sistema politico attivo e gestito dai giocatori; con un PvE di contorno (ma neanche tanto) che si propone diverso da altri mmo; e tante altre belle cosette già dette.

I creatori del gioco sono persone d’esperienza, hanno lavorato e sviluppato: Everquest, Everquest 2, Planetside, Planetside 2, ed indovinate un pò, ci sono anche membri del team di Everquest Next. Gioco che aspettavamo, ma è stato cancellato lo scorso anno dalla Sony Entertainment.

Ci sarà da attendere; i devs hanno già detto che per l’anno prossimo avremo l’Alpha giocabile. Ergo ci vorranno un paio d’anni sicuramente. E’ stata aperta una campagna su Kickstarter ed hanno riscontrato enorme successo di pubblico e finanziario. Siamo quasi a tre milioni di dollari in venti giorni, con 13 mila backers e più di 200 mila, se non erro, followers sui vari social network. Ogni settimana potrete leggere articoli pubblicati sul loro sito o vedere gli streaming serali del loro canale Twitch. Esistono già dei video di gameplay con classi giocabili, che sono oviamente in fase pre-Alpha, ed inutile dirlo non rispecchiano il lavoro finito. Ma quello che si vede è già di altissimo livello. Il motore grafico è l’Unreal Engine.

Il gioco avrà un abbonamento mensile. Da quello che ho letto non si paga la scatola, paghi il mese, scarichi e giochi. Non ci saranno shop per pay to win e cose varie. Il mensile è appunto necessario per mantenere il gioco senza troppi problemi.

Per il momento è tutto, molte cose andranno approfondite, e quanto prima lo faremo. Nelle prossime settimane pubblicherò qualcosa anche su Crowfall, Camelot Unchained e Star Citizen. Troverete altre info ed aggiornamenti sul forum della DoRF Community. Se volete, potete aiutarmi a tenerlo aggiornato con news, video e quant’altro.

“AoC è un gioco PvP su larga scala con sistema politico attivo e gestito dai giocatori; con un PvE di contorno che si propone diverso da altri mmo